giovedì 14 gennaio 2016

RICONOSCIMENTO RACCOLTA DIFFERENZIATA, COMUNICAZIONE DEL SINDACO

Dopo un anno travagliato e denso di cambiamenti, di sicuro non cercati, nel nostro sistema di gestione dei rifiuti, a nome dell'Amministrazione Comunale sono lieto di rendere partecipe tutta la comunità di un importante e gradito riconoscimento che il nostro Comune ha conseguito. Per l'anno 2014, infatti, Rivolta d'Adda è il secondo ente locale della Provincia con più di 5000 abitanti che ha maggiormente riciclato i propri residui urbani, toccando la percentuale consolidata del 72,30% e posizionandosi al sedicesimo posto fra tutti i comuni della Provincia. 
Al di là della soddisfazione, questo risultato si traduce anche in un importante abbattimento dei costi che ci permette di mantenere tariffe assolutamente competitive nel servizio di nettezza urbana, ponendoci in testa nella classifica dei comuni che pesano di meno sui loro amministrati in quanto a tassazione per abitante, con punte anche del 40% inferiori a quelle dei nostri vicini. 
Il risultato ottenuto è frutto, in primis, del grandissimo senso civico dei cittadini rivoltani, veri protagonisti nella disciplina, nell'applicazione e anche nella segnalazione di eventuali abusi o disservizi; a ciò, d'altra parte, si aggiunge, permettetemelo, la sensibilità che l'Amministrazione Comunale da me guidata ha sempre dimostrato in questo delicato settore della vita civica, attenzione che, al netto delle vicissitudini degli ultimi mesi legate a difficoltà economiche della precedente ditta appaltatrice, si traduce nell'unico modo meritevole di pubblica approvazione: tariffe eque, contenute, anzi, di gran lunga le piú basse della zone, a fronte di un servizio assolutamente adeguato. 
Il riconoscimento ricevuto, peró, non ci deve far accomodare nell'autocompiacimento, vi sono ancora sfide da affrontare e problemi da risolvere, la gestione di una macchina complessa richiede tempo, affinamento e respiro ampio: da questo punto di vista, abbiamo percorso un tratto del cammino, la speranza è quella di poterlo completare nell'ambito di una programmazione pluriennale, unica strada per continuare ad ottenere risultati all'altezza dei nostri cittadini, valutando anche nuove vie di collaborazione fra enti pubblici.