giovedì 20 febbraio 2014

Consiglio comunale 18 febbraio

Potete trovare qui la registrazione video dell'ultima seduta consiliare. Riportiamo di seguito i passaggi più importanti della presentazione di bilancio illustrata dall'assessore Palella. 

Il cambiamento principale è l'introduzione dell'imposta unica comunale, l'IUC. La parte principale è l'IMU: esenzione totale per prima casa e fabbricati rurali.
Poi c'è la TARI, la tassa che finanzia la spesa per lo smaltimento di rifiuti solidi urbani e pulizia delle strade. Per Rivolta non ci sono cambiamenti con la TARES.
La grande novità della IUC è la TASI: raccoglie tutti i servizi che non sono a domanda individuale: l'illuminazione pubblica, la manutenzione delle scuole, eccetera.
Gli imponibili sono gli stessi dell'IMU. Le aliquote permesse variano dall'1 a 2,5 permille.
C'è un ulteriore taglio dei trasferimenti di 30000 euro.
Il patto di stabilità impone un'ulteriore costrizione d'investimento da 537000 a 583000 euro.

Scelte principali operate sulle entrate:

Nessun ritocco verso l'alto delle aliquote IMU: rimangono invariate.
Sgravio IMU per abitazioni in comodato gratuito a parenti di primo grado (se comodatario ha ISEE inferiore a 15000 euro)
Addizionale IRPEF: resta invariata al 5 permille
Aliquota TASI è fissata all'1,7 permille.
La TARI mantiene stesse regole che aveva la TARES l'anno scorso. Per effetto di minori costi sostenuti nel 2013, saranno restituiti 48000 euro.

IMU abitazione principale: nel 2013 sono entrati 318000 euro nelle casse del Comune. Quest'anno non entra niente.
Per i fabbricati rurali, entrano 57000 euro.
Il totale è che le casse del Comune perdono 404.000 euro. In più, per il meccanismo del fondo di solidarietà comunale, il Comune di Rivolta dovrà versare 120.000 euro.
Il Comune parte dunque da circa 520.000 euro in meno rispetto all'anno scorso. Ecco spiegata l'introduzione della TASI.

Gettito totale derivato dalla TASI: 719000 euro.

Interventi in area sociale, quasi tutti aumentati. Contributi alle famiglie aumentati per 132000 euro. Assistenza ad personam 108000 euro.
Contributo all'asilo infantile: 257000 euro. Contributo famiglie asilo nido: 20000 euro.