martedì 3 dicembre 2013

Cos'è successo ieri sera - Cronaca live della venticinquesima seduta consiliare

21:05 – Mancano Bonazzoli e Losio, la seduta è valida. Calvi ha tre comunicazioni. La prima: “Da stasera abbiamo in funzione la trasmissione in streaming della seduta consiliare. È visualizzabile sul sito del comune.

21:05 – La seconda è una richiesta di un minuto di silenzio per i morti a causa delle esondazioni in Sardegna.

21:07 – La terza è un resoconto di una situazione molto critica del centro di ricerca Spallanzani, che fatica a proseguire la sua attività a causa di molti tagli decisi dal Ministero dell'Agricoltura. “Io ritengo che l'istituto Spallanzani sia da rispettare e preservare. Ho promesso ai lavoratori che si sono presentati di preparare un documento, magari condiviso con gli altri capigruppo, da mandare in appoggio alle persone che in questo momento sono in grossa difficoltà.

21:10 – Al primo punto c'è l'approvazione del verbale della scorsa seduta. Tutti approvano.

21:10 – Secondo punto all'odg: assestamento del bilancio di previsione del 2013. Parla Palella: “Il totale delle variazioni introdotte è di 272.000 euro. La principale è il trattamento dell'IMU in termini di perequazione. È cambiato il meccanismo. C'è la compensazione dell'IMU che non incassiamo più: sono 295.000 euro. Poi ci viene dato fondo solidarietà comunale, a cui versiamo 489.000 euro. Questa situazione ci fornisce un delta positivo di circa 120.000 euro. Ci sono altri elementi importanti: il primo è l'ultima rata di contributo alla fondazione Scuola materna. Moduliamo l'ultima rata per compensare eccessivi profitti della fondazione. Il totale è 30.000 euro in meno. Abbiamo impegnato, ma non spesi, risorse per restituzione di oneri. Se abbiamo risorse disponibili, verseremo. Poi c'è una restituzione ai cittadini.

21:19 – Melini: “Ringrazio l'assessore per l'illustrazione. È evidente a tutti che i lavori alla sala Ariston erano già iniziati. Sul 5%, anche qua, nel rispetto della normativa è giusto restituirli. Mi soffermo sulle spese di consulenze e sul cimitero. È stato dato incarico per 48.000 euro peri loculi del cimitero. Ci sembra una cosa poco opportuna. Abbiamo un ufficio tecnico strutturato in modo soddisfacente. Questi lavori in genere vengono affidati all'ultimo dei geometri che viene messo in organico. Sui compensi, sono stati riconosciuti al personale dell'ufficio tecnico compensi per la variante del pgt. Ci sono 500.000 euro in meno circa dagli oneri. Sul fotovoltaico abbiamo 10.000 euro in pi. Questo tipo d'investimento alla lunga ripaga. Non vediamo investimenti a costo zero sull'illuminazione. Abbiamo 11.000 euro in meno sull'assistenza disabili, vorrei un dettagli. Infine, l'Amministrazione ha riconosciuto la bontà della proposta sulla Scuola Materna.

21:27 – Palella specifica che la seconda rata dell'Imu non è compresa in questo assestamento perché è stata definita solo stasera. Si vota: Rivoltiamo favorevole, Melini si astiene, Cremascoli e Patrini contrari.

21:29 – Approvazione convenzione per gestione associata delle funzioni di polizia locale. “Sono solo tre comuni a gestire questo servizio associato. Rivolta, Pandino, Agnadello. Pandino ha approvato ieri, noi oggi, Agnadello domani o dopodomani. Rivolta risulterà capofila. Il responsabile del servizio sarà il nostro comandante, Gianbattista Garbelli. Avremo 12 unità: 5 Rivolta, 5 Pandino, 2 Agnadello. L'azione sarà più puntuale e soprattutto più coordinata. La sede diventerà Rivolta in futuro.”

21:34 – Palella: “Questo tipo di convenzioni sono la direzione da seguire. Il futuro degli enti locali è un impoverimento dell'organico. Pensiamo che il territorio ne trarrà profitto. Laddove i servizi hanno uno standard migliore tenderanno a essere d'esempio per chi ha standard più bassi. Per le altre funzioni che non andiamo ad associare, è stata un'occasione persa.

21:38 – Patrini: “Di questa convenzione, l'unica cosa di cui sono felice è la nomina del nostro comandante come responsabile. Se è vero che è una necessità per i comuni come il nostro associarsi, quali sono i benefici economici?

21:39 – Calvi: “Non c'è obbligo, è una scelta. Lo scopo è quello di avere un miglioramento del servizio. Il nostro Comune va incontro a una perdita potenziale di lavoratori. Questa convenzione è l'opportunità migliore. Dal punto di vista economico il vantaggio ora non c'è. Si andrà a evidenziare di qui a 4 anni.

21:41 – Palella: “Mettere insieme l'utilizzo dei beni ci farà risparmiare. Nell'organizzazione del lavoro l'utilizzo degli straordinari potrà essere razionalizzato. Tipici vantaggi da economia di scala.

21:43 – Patrini: “I vantaggi in prospettiva possono anche essere interessanti. Faccio fatica a intravedere un miglioramento in termini di servizi offerti alla cittadinanza. Spero di essere smentita nelle mie perplessità.

21:46 – Melini: “Da questa convenzione vedo solo aspetti positivi. In prospettiva, anche Rivolta avrà risvolti positivi. Bisogna investire in questa direzione. Il nostro voto sarà favorevole. Auspichiamo che altre convenzioni di questo tipo vengano realizzate.

21:53 – Patrini: “Voteremo contrari a questa convenzione.

21:55 – Rivoltiamo e Melini favorevoli, Lista per Rivolta contraria.

21:55 – Approvazione del piano al diritto allo studio per l'a.s. 2013/2014. Cirtoli: “Alla scuola dell'infanzia ci sono 8 sezioni, abbiamo 206 alunni. Dobbiamo riconoscere 1200 euro per bambino. L'importo sarà 257.000 euro. Vedremo come si comporterà il loro bilancio. Di questi 206, gli stranieri sono 28. Alla primaria ci sono 16 classi, 335 alunni. Gli stranieri sono 73. il trasferimento è di 19.000 euro, a cui va aggiunto un contributo straordinario per l'acquisto di un nuovo server per la struttura informatica dell'ufficio. Alle medie le classi sono 8. 192 gli alunni iscritti, 31 gli stranieri. Il trasferimento è di 11.000 euro. Per il trasporto è stato riconfermato Cremonesi. Il servizio è per gli iscritti residenti nelle cascine. Il nostro contributo è di 25.000 euro. Le tariffe sono di 55 euro per elementari e medie, poi c'è uno sconto di 45 euro. Poi abbiamo la mensa: ritocco di 20 centesimi sul costo del pasto, diminuito per la fascia ISEE che paga il massimo della quota. La previsione di spesa è 93.000 euro. Poi c'è un servizio di supporto extra-scolastico. L'impegno di spesa è di 3000 euro. Le borse di studio si mantengono di 550 euro. È stata concordata con la scuola e con alcune associazioni un progetto sportivo. Il costo di questa attività è di 3000 euro.

22:03 – Cremascoli: “Volevo fare un paio di osservazioni. Ha più o meno un'idea del rapporto che hanno i nostri stanziamenti con quelli degli altri comuni? Vorrei sensibilizzare i consiglieri sul fatto che abbiamo deciso di destinare i nostri gettoni al diritto allo studio, ma la delibera non si è ancora concretizzata. Tutti sommati, hanno un'incidenza importante. Ma la mia non è una polemica.”

22:09 – Cremascoli fa poi un appunto sulla mancanza della giornata del ricordo (10 febbraio, in memoria della tragedia legata alle cosiddette foibe) e al trasporto scolastico.

22:13 – Melini: “Volevo capire gli 11.000 euro in meno sui disabili. Poi, è noto che gli investimenti del nostro Comune sul sociale sono buoni. Quest'anno abbiamo rilevato l'insoddisfazione delle famiglie rispetto ai due rientri settimanali dei primi tre anni delle primarie, rispetto ai tre rientri di quarte e quinte. Faccio un invito per l'anno prossimo. Abbiamo un risparmio di 30.000 euro derivati dalla scuola materna. Vorremmo capire che fine fanno quei soldi. Faccio un esempio: mi sono avvicinato alla palestra delle elementari e versa in condizioni molto brutte.”

22:16 – Cirtoli: “Per quanto riguarda i rientri mancati, questo è il terzo anno. Noi da 3 anni ci siamo attivati per dare una mano, con l'onere a carico dei genitori. Abbiamo un doposcuola tenuto dall'Altana. Quest'anno peraltro gli iscritti sono 28. È un costo in più per le famiglie.”

22:20 – Palella risponde a Melini sui 30.000 euro.

22:23 – Patrini sottolinea l'assenza della giornata del ricordo nelle rappresentazioni scolastiche. “Accertata disponibilità da parte degli insegnanti, visto che sono due momenti molto importanti, si potrebbe creare un momento unitario per dare un senso più completo alle due ricorrenze. Ha poco senso celebrarne una e non l'altra.

22:27 – Calvi: “Faremo presente la segnalazione sulla giornata del ricordo. Però la programmazione di queste attività è in carico agli insegnanti, non possiamo entrare in queste scelte.

22:28 – Melini: “Si vede la limitata capacità di pianificazione tariffaria. Potevano essere fatte scelte più coraggiose. Mi riferisco a intervento a scuola elementare. La nostra aspettativa era che i 30.000 euro venissero indirizzati al diritto allo studio. Per questo motivo, votiamo contro.

22:30 – Rivoltiamo favorevole, Lista per Rivolta anche, Melini contrario.

22:30 – Ora si discute una variazione della convenzione con la scuola materna. Palella illustra la modifica. Visto che la fondazione non ha finalità di lucro, il Comune definisce la possibilità di modificare la quarta rata versata, sulla base della situazione del patrimonio netto nelle casse della fondazione. Il provvedimento serve a evitare che la fondazione abbia utili consistenti alla fine dell'anno, su cui poi deve pagare le tasse. Ma, dice Palella, non è detto che ogni anno questa convenzione si traduca in minore risorse versate alla fondazione. La variabile più importante, da questo punto di vista, è il numero di bambini iscritti.

22:38 – Patrini: “Mi auguro che questa modifica non porti, nell'immediato futuro, a un ulteriore aumento a carico delle famiglie. L'obiettivo del Comune dev'essere quello di tutela e salvaguardia anche delle famiglie amministrate. Una delle conseguenze potrebbe essere quella di vedere meno iscritti al nostro asilo.

22:40 – Palella: “Il meccanismo delle rette differenziate non è di aumento. Dato il punto di partenza, abbiamo dei più e dei meno che si bilanciano. Le fasce sono state mutuate da quelle della mensa scolastica. In questo modo si è calcolato. La distorsione che alcune volte si realizza è che l'ISEE è per alcuni un ostacolo difficilmente superabile. Ci sono utenti che invece di presentare l'ISEE, preferiscono pagare il massimo.”

22:44 – Melini torna sull'intervento di Patrini e approfondisce il suo punto di vista sulle tariffe.

22:49 – La variazione della convenzione viene votata: Rivoltiamo e Melini favorevoli, Lista per Rivolta contraria.

22:50 – Questo punto in discussione tratta un prelievo di 100 euro dal fondo di riserva per un monumento dedicato ai Carabinieri. 100 euro.

22:50 – Ora c'è un ordine del giorno legato alla realizzazione di una centrale idroelettrica presso il fiume Adda. Il documento non verrà letto da Melini: “Cercherò di metterlo sull'ironico.” Poi ripercorre la lunga e complicata storia del progetto della centrale idroelettrica. Fra le altre cose, Melini chiede menzioni del parere del geologo Serra -contattato da Carera- e le ragioni del mancato coinvolgimento della commissione edilizia nel processo decisionale.

23:01 – Risponde Carera.

23:01 – Il tema posto dall'odg da Melini è inevitabilmente superato dagli sviluppi dei giorni scorsi, quando i tecnici della Provincia hanno formulato parere favorevole alla realizzazione della centrale.

23:11 – Calvi a Melini: “Questa è l'ultima volta che accettiamo un ordine del giorno che prende in esame elementi estranei all'ordine del giorno medesimo.”

23:12 – Patrini: “A questo punto mi dica lei da che punto dobbiamo ripartire. Non voglio essere polemica né irriverente. Da parte nostra è impossibile prendere posizione.” Calvi risponde che la decisione di ritirare o meno spetta a Melini.

23:17 – Melini decide di portare avanti l'ordine del giorno. Poi, parla di una conferenza dei servizi relativa a un metanodotto. “Voterò contrario per ironia, perché avete sbeffeggiato questo Consiglio comunale. Questa è il naufragio di questo progetto politico.”

23:20 – Rivoltiamo e Melini votano contrari, Patrini e Cremascoli si astengono.

23:21 – Ora c'è un'interpellanza di Melini relativa alle molestie olfattive nel centro storico di Rivolta.

23:22 - Il cronista qui deve abbandonare la seduta per cause di forza maggiore. Di seguito è consultabile il link della registrazione della presente seduta.