mercoledì 5 giugno 2013

Cos'è successo ieri sera - Cronaca live della ventunesima seduta consiliare

21:03 – Un bel po' di assenze stasera: Losio, Carera, Corsini e Bonazzoli.

21:03 – La seduta non è ancora cominciata. È arrivato Carera.

21:04 – Il segretario fa l'appello. Restano assenti Losio, Corsini e Bonazzoli.

21:05 – Ci sono due comunicazioni. Boschetti legge un documento sul tema del femminicidio. “La strada delle pari dignità è ancora lunga. Un compito fondamentale tocca alla società civile, alla scuola, ai padri e alle madri. Toccherà a noi donne prendere piena coscienza delle nostre capacità e della nostra forza. Ma tocca anche alla politica farsi carico di questi problemi. Anche nel nostro comune organizzeremo delle iniziative per far sì che questo messaggio non cada nel vuoto.”

21:08 – Arriva anche Guido Corsini.

21:09 – Calvi: “Lo sportello donna sta raccogliendo sempre più segnalazioni. Non di femminicidi ma di vicende problematiche.”

21:10 – Melini: “Sabato è stata presentata un'interpellanza sulle società partecipate. Era per dare un segnale. Avviene regolarmente che i cda di queste società vengano spartiti con logiche che nulla hanno a che vedere con i curricula di chi ne fa parte. Questa interpellanza arriverà in ritardo. Stanno accadendo le medesime cose del passato. Pd e Pdl si stanno spartendo i cda senza dare obiettivi chiari e precisi. Il comune di Rivolta fa parte di società che nulla hanno a che vedere con la mission del comune di Rivolta. Ringrazio il sindaco per lo spazio concesso.”

21:13 – Calvi ringrazia Paolo Cassani e Marta Andreola, il presidente e il vice presidente della Consulta giovani, intervenuti oggi in consiglio come da richiesta di Melini. La loro relazione è il secondo punto all'odg.

21:14 – Parla Cassani: “Abbiamo preparato una relazione sulle attività svolte e sui progetti che intendiamo portare avanti.” Poi legge un documento che elenca e sintetizza le iniziative organizzate dalla Consulta dal giorno della nascita, l'anno scorso. C'è parecchia carne al fuoco: aperitivi sociali, discussioni sul tema della mafia, collaborazione con la biblioteca, serate dedicate al volontariato, un concorso letterario. “Abbiamo diversi progetti per il prossimo futuro. Stiamo lavorando per organizzare una serie di serate organizzate come dibattito. Ci teniamo a proseguire progetti atti a valorizzare l'impegno civico. Ci teniamo ad informarvi che molti dei nostri progetti non sono pianificabili con largo anticipo. Cogliamo l'occasione per invitarvi alla festa del primo anno della Consulta.

21:19 – Calvi: “Mi sembra che il gruppo funzioni. C'è solo da sperare che s'incrementi. Da parte nostra l'appoggio ci sarà sempre.

21:20 – Cremascoli: “Io non ho tenute nascoste alcune mie posizioni. Il mio sollecito è di questo tipo. Le attività esposte sono rivolte principalmente ai giovani, io vorrei stimolarvi anche a predisporre proposte in campo amministrativo da portare in consiglio comunale. Siete una risorsa molto importante. Mandate anche agli esponenti del consiglio proposte. Le strutturate e le portate qui. Per il resto tutte le vostre attività sono pregevoli. Vi stimolo a fare questo, se no non siete una Consulta. Siete un'associazione culturale.”

21:22 – Melini: “Ringrazio Marta e Paolo. Credo molto nel lavoro che i giovani possono fare nel supporto del consiglio comunale. Devono esserci sempre maggiori momenti di confronto tra la Consulta e il Consiglio. M'interessava capire alcune cose. Sposo la proposta del consigliere Cremascoli.” Melini ha due domande: “Come elaborate le vostre proposte? Come avviene il momento di sintesi con l'Amministrazione?

21:24 – Cassani: “Per quanto riguarda la votazione, un ragazzo che partecipa può presentare un'idea. Il più delle volte ci troviamo unanimi su molti punti. Per quanto concerne i rapporti con la Giunta, alle riunioni sono presenti al 90% delle volte sia Nava che Vergani. Con loro discutiamo e verifichiamo fattibilità. Certo, sui progetti presentati fino ad ora, una richiesta di denaro non c'è stata.

21:26 – Calvi: “In quanti siete?” Cassani: “Il consiglio direttivo è formato da 15 persone.” Nava fa una precisazione: “Io e Andrea siamo sempre presenti per collaborare con la Consulta. Quando andiamo a progettare un'iniziativa, si decide quali sono i passi da fare. Poi io e Andrea ci facciamo portavoce. La volontà è quella di avvicinare i giovani all'Amministrazione.”

21:26 – Marta Andreola risponde a Cremascoli: “Siamo assolutamente d'accordo, speriamo di essere qui molto spesso.”

21:28 – Il secondo punto all'odg è l'approvazione del verbale della scorsa seduta. Si astengono Cremascoli e Patrini.

21:29 – Il terzo punto è la definizione di alcuni iter burocratici che possano permettere all'associazione sportiva Rivoltana di partecipare un bando pubblicato recentemente. Nava: “Abbiamo deciso di portare la convenzione per permettere alla società di partecipare al bando e poter ottenere il rifacimento del manto erboso del campo sportivo in sintetico. La convenzione viene estesa per una durata di 15 anni. Il contributo ammonta a 30.000 euro. Con questa cifra garantiremo il pagamento del mutuo per coprire una parte d'investimento non finanziata dal bando. La cifra resta la stessa.

21:32 – Patrini: “Accogliamo con estremo favore questo rinnovo di convenzione. Non lo consideriamo solo una necessità. Mi sembra un atto di collaborazione importante. Questa modifica non presenta particolari problemi. La nostra posizione sulla somma economica è un po' diversa. Avremmo preferito vedere inserito un aumento percentuale nel corso degli anni. È veramente una modifica che vi invito a valutare per poter dare una maggior corposità alla convenzione. Non dimentichiamo che è un investimento che porterà un beneficio.

21:36 – Calvi: “Un impegno così a lungo termine, con una clausola che stabilisca un aumento, potrebbe essere un problema. Faccio notare che il punto 6 costituisce una strada in questo senso. In teoria la sostituzione del manto dovrebbe abbassare i costi di manutenzione. Vincolarci già da adesso mi sembra un po' problematico.

21:38 – Melini: “Legarsi con una convenzione di 15 anni è un impegno importante. Sicuramente nobile e importante quello che si sta portando avanti con la Rivoltana calcio. Ribadisco quello che ho detto quando abbiamo approvato la vecchia convenzione. Facevo notare che non era inserito alcun obiettivo sociale, soprattutto rispetto alle fasce più giovani. L'abbandono dei ragazzi nell'età dai 6 ai 15 anni che si trovano a dover andare a giocare in altre squadre del circondario per poter fare agonismo, perché l'associazione sta inserendo giovani di paesi limitrofi. Ci terrei che venisse dato anche un obiettivo sociale alla società.

21:43 – Carera: “Devo dire che in questi giorni stiamo collaborando molto bene con l'associazione Rivoltana calcio. Dobbiamo dire grazie a loro per non aver chiesto un aumento del contributo annuo. Credo che loro abbiano pensato a questa possibilità. Apprezziamo moltissimo questo atto di attenzione nei confronti delle nostre casse che sono in questo momento disastrate. Da parte nostra c'è l'impegno che, qualora dovessimo raggiungere questo risultato, saremo tutti qui ad affrontare il problema insieme alla Rivoltana Calcio.”

21:46 – Patrini: “So che il punto 6 prevede un adeguamento dei contributi in futuro, però l'interesse dell'Amministrazione non è solo il bilancio. Visto che è nelle intenzioni dell'Amministrazione utilizzare il campo anche per altre attività, dovremmo riconoscere fondi differenti legati all'usura. Riconosco che i problemi legati al bilancio siano sempre più stringenti. Provare a pianificare una cosa di così ampio respiro merita un'analisi e un'attenzione più approfondita.

21:50 – Carera: “Dalle analisi fatte, il costo della manutenzione ordinaria e straordinaria sia decisamente inferiore rispetto al campo in erba. Fino ai 10-15 anni di vita naturale di un campo di questo tipo. Il vero problema sta in quanto sarà il contributo dato dallo stato.

21:54 – Melini decide di astenersi: “Nella piramide dei valori, credo che ci siano ben altre priorità. Quindi, astensione.” Patrini annuncia invece il voto favorevole di Lista per Rivolta. “Non vedo problemi rispetto al contrarre una convenzione di così lunga durata.

21:58 – Carera: “Votiamo favorevole, giochiamo questa partita con tutte le forze che abbiamo.

22:00 – Calvi pone ai voti la convenzione. Tutti favorevoli, Melini astenuto.

22:01 – Palella illustra la variazione di bilancio in essere al quarto punto dell'odg. Il totale è a somma zero. C'è l'esecuzione pratica del fondo di solidarietà e c'è il riasrcimento della compagnia d'assicurazioni relativamente al furto del rame avvenuto al cimitere comunale. Il denaro sarà investito nella sostituzione del rame rubato.

22:03 – Tutti favorevoli, nessun astenuto.

22:04 – L'ultimo punto è stato integrato in extremis. Calvi: “Siamo stati convocati a Cremona per la presentazione di una gara pubblica. Dati i disagi previsti per i pendolari, abbiamo organizzato un incontro con i membri della Consulta e i rappresentanti delle Autoguidovie. Dobbiamo cercare di prendere una posizione, per quanto poco valga, affiancandoci agli utenti che si troveranno in una situazione estremamente disagiata a partire dal 10 giugno. Ci sono due problemi: la nuova gara ha permesso di fare una proposta che prevede riduzione e cambiamento di alcune fermate e alcune corse della linea Trescore-Milano. Il cambiamento sostanziale è quello del capolinea. Poi ci sono i lavori relativi alla Bre-Be-Mi che comporteranno tratti molto lunghi della Rivoltana a senso unico alternato.”

22:09 – Calvi: “La nostra posizione non poteva che proseguire con un ordine del giorno che verrà spedito con invito a farlo proprio anche ai sindaci dei comuni interessati dalla linea.”

22:11 – Nava riassume l'odg: “Sostanzialmente abbiamo preso questo grave momento di crisi per presentare un odg che raccoglie diverse esigenze dei pendolari. La prima è modificare la decisione di spostare il capolinea della linea che porta a Milano. Auspichiamo che l'arretramento venga fermato. A questo colleghiamo due tematiche molto importanti: il collegamento con le vie ferroviarie, facendo sì che esistano linee di pullman che colleghino il Comune alle stazioni di Treviglio e di Lodi. Chiediamo di rivedere questa possibilità. La terza richiesta è una revisione della tariffazione. Essendo la tariffazione calibrata per province, ci troviamo penalizzati perché i pendolari rivoltani molto spesso escono dalla provincia di Cremona anche se non percorrono grandi distanze.”

22:16 – Melini: “Come ho già detto all'assemblea pubblica, apprezzo molto quello che sta facendo la giunta sul tema dei trasporti. Condividiamo il percorso fatto, speriamo che venga esteso ad altre amministrazioni. Mi permetto di sottolineare due cose: una è che la rimodulazione delle corse creerà notevoli problemi ad alcuni utenti di Rivolta, perché per un negozio che chiude alle 20:30 diventa difficile utilizzare altre corse. L'altra cosa è che i mezzi non sono così moderni come il referente dell'azienda riferiva. Anzi, in alcuni casi sono assolutamente obsoleti. La questione dei lavori di Bre-Be-Mi è importante. Ci troviamo a rincorrere sempre queste emergenze.

22:20 – Ancora Melini: “Quando mai verrà presa in considerazione l'idea che Treviglio – Milano possa essere ogni 10-15 minuti? Con il perfezionamento di una navetta costante, avremmo la soluzione per molte famiglie. Io spero che i consiglieri regionali dicano e facciano.”

22:23 – La posizione di Melini è molto critica. “Sono alquanto arrabbiato su questo tema. Sarà mio fermo impengo sollecitare tutte le amministrazioni.”

22:24 – Patrini: “L'odg non può che trovare il nostro favore e il nostro appoggio.

22:25 – Il cronista qui ha un impegno urgente, e siccome ha sufficienti elementi per prevedere il voto unanimemente favorevole dell'assemblea al punto in discussione, lascia in anticipo la sala consiliare.

22:26 – E buonanotte.