lunedì 25 luglio 2011

Cos'è successo ieri sera. Cronaca live del terzo consiglio comunale

20:52 – Rieccoci. Il cronista qui è appena arrivato.

20:54 – Nella sala consiliare, ci sono solo Palella, Melini e Cremascoli.

21:00 – Qualche minuto e si comincia.

21:05 – È arrivata la maggior parte dei componenti del gruppo.

21:06 - La segretaria comunale fa l’appello. Ci sono dieci consiglieri presenti. La seduta è valida.

21:07 – Il primo punto all’odg è l’approvazione dei verbali delle due sedute precedenti. Melini vuole segnalare due cose. L’intervento è relativo alla volumetria “reale” dei lavori legati all’ex cinema Ariston, sulla quale ci sono due cifre discordanti.

21:12 - L’altra cosa è sull’accesso agli atti, su cui Melini lamenta una lentezza a suo parere eccessiva.

21:12 - La segretaria risponde: “In questo momento, si devono approvare i verbali delle sedute precedenti. È un passo molto importante. Quindi vi chiedo: il testo delle delibere è conforme a quello che è stato detto nei due consigli? Sì o no?

21:13 – La segretaria sembra piuttosto irritata dall’intervento di Melini, a suo parere evidentemente inappropriato e fuori tema.

21:14 – Fra il pubblico, c’è una quarantina di persone.

21:15 – Si vota l’approvazione: tutti a favore.

21:15 – Il secondo punto è un’interrogazione a proposito di un’interruzione dei servizi comunali provocato da un guaio informatico al server del sistema. Calvi era presente durante il crash, e dice che non ci siano stati problemi rilevanti: “Sono problemi che capitano.”

21:18 – Terzo punto: ulteriore interpellanza a proposito della rappresentatività dei gruppi consigliari negli enti collaterali. Il gruppo di Rivolta delle idee è escluso sia dall’ente Opera pia che da quello dell’asilo. Se n’è discusso molto durante la scorsa seduta. “Lo consideriamo un atto grave.” Melini sostiene che ci sia stata un’infrazione al regolamento, perché le nomine avrebbero dovuto essere sottoposte ai capigruppo.

21:21 – Calvi: “Non sono regolamenti, ma atti di indirizzo: quindi le nomine non andavano sottoposte ai capigruppo, anche perché sono sindacali. Il concetto di fondo è che la minoranza, in modo anomalo, è composta da due diverse rappresentanze. Casomai dev’essere un incontro fra i rappresentanti dei singoli gruppi, il contesto attraverso cui garantire un rappresentante a Rivolta delle idee.” 

21:24 – C’è un’altra interpellanza di Rivolta delle idee. Melini ha lasciato a casa la copia, Calvi gli presta la sua. Un po’ come al liceo.

21:25 – Dietro di me si è seduta una signora che effonde un profumo fortissimo.

21:26 – Melini illustra la sua interpellanza. Si parla dell’applicazione di una legge regionale che prevede l’applicazione della maggiorazione del 5% alle società urbanistiche che operano sui suoli agricoli. “Parliamo di una legge regionale. Va istituito un capitolo ad hoc nel bilancio.

21:28 – Calvi: “È  una legge, quindi l’applicheremo. Siamo appena arrivati, dateci il tempo necessario.

21:29 – Melini dice di non essere soddisfatto della risposta: ne richiede una scritta.

21:30 -  La segretaria non capisce cosa intenda Melini per “risposta scritta.”

21:31 – Melini: “Io voglio la risposta scritta.

21:31 – La segretaria: “Si verbalizza la seduta odierna. Questo si fa.

21:32 – Melini legge la mozione legata al quarto punto. Si parla di modifiche al PGT, e della costruzione dell’area commerciale prevista a Rivolta. Il testo è molto articolato: cita una serie di leggi, delibere e ricorsi al TAR. Senza averlo sottocchio o senza conoscerne una sintesi, è abbastanza incomprensibile. Il concetto di fondo è la richiesta di una variante di piano finalizzata alla salvaguardia di ambiti agricoli strategici coinvolti nei lavori di costruzione dell’area commerciale.

21:36 – Mentre Melini legge, Patrini scuote la testa e segna una cosa su un foglio.

21:41 – Prende parola Cremascoli: “Per quanto riguarda i punti della mozione, dal nostro punto di vista saremmo anche disponibili a prendere in considerazione il ripristino ad area agricola. Modificare accordi con un’impresa che li ha già sottoscritti, noi non siamo molto per la quale.” (Anacoluto!) “Sugli altri punti, non ce la sentiamo. Se il consigliere Melini tiene solo il punto 1 e 3, voteremo favorevolmente.

21:43 – Carera: “Vorrei esternare la posizione del nostro gruppo, che è un po’ preoccupato perché alcune interpellanze possono ostacolare i lavori del consiglio." Carera dice che molte interpellanze e mozioni proposte da Melini sono senz’altro interessanti, ma non sempre in stretta relazione con l’attività amministrativa. “Potremmo proporre modifiche che contengano un po’ la situazione.” Rispetto alla mozione dice: “Nel merito del tema, la nostra posizione è chiara. Modificheremo il PGT, e l’area commerciale potrebbe essere una di quelle interessate da queste modifiche. Ma i tempi non saranno così rapidi, perché la materia è complessa e richiede una conoscenza approfondita. Chiediamo il ritiro della mozione: se rimane com’è, la bocceremo.

21:46 – Melini: “Sono preoccupato dall’intervento di Carera. Sostenere che un consigliere ostacola il lavoro del consiglio è una cosa grave.” “La mozione è un atto significativo. È un atto di salvaguardia di terreni agricoli strategici. Ci sono 60.000 mq da salvare. Si tratta di ambiti agricoli strategici.

21:49 – Fra il pubblico, il signor Ghillini borbotta alcune cose. Evidentemente è irritato dalle parole di Melini.

21:50 – A sua volta, Melini pare molto innervosito dalle parole di Carera, a cui risponde con fare risentito.

21:51 – Calvi: “Non è logico pensare di correre subito a fare una variante di piano senza raggruppare altri problemi che scaturiranno almeno nel primo anno della nostra amministrazione.

21:51 – Melini chiede parola un’altra volta. Calvi: “Sai che non si potrebbe.

21:53 – Le dichiarazioni di voto sono contrarie per maggioranza e Lista per Rivolta. Favorevoli per Rivolta delle idee. La mozione è bocciata.

21:54 – Il punto 6 è legato alla messa in sicurezza della SP 90, la strada che parte da Cassano e collega Rivolta a Pandino. Melini: “Mi spiace che non ci sia il consigliere Losio, che ci rappresenta anche in provincia.

21:55 - Si tratta di una strada nota per le scarse dimensioni della carreggiata e per le grosse dimensioni dei mezzi che la percorrono: due settimane fa, ci si è rovesciato un camion. O forse due.

21:56 - Anni fa, a causa di un’incomprensione con il conducente del pullman della linea 31 Trescore-Milano, il cronista qui l’ha percorsa tutta a piedi in una fredda sera invernale. C’ha messo un’ora, e ha rischiato di essere investito più di una volta. Ma questa è un’altra storia.

21:57 – Patrini: “Il problema è annoso. Non abbiamo nulla in contrario alla mozione: vorremmo che la stessa venga indirizzata al presidente della Consulta cremasca dei comuni. La valenza del nostro impegno troverà poco spazio, ma voteremo favorevolmente.

21:58 – Calvi: “Si dovrebbe parlare anche del tratto che dalla casa cantoniera va fino a Pandino.

21:59 – Carera: “La nostra pressione avrà effetti molto limitati ma è senza dubbio utile farla.” Il gruppo Rivoltiamo aderisce alla richiesta.

22:00 – Calvi pone in votazione la proposta di Patrini. Tutti favorevoli. Poi pone in votazione la mozione. Tutti favorevoli.

22:03 – I punti 7 e 8 prevedono la nomina di componenti di due commissioni.

22:04 – Una voce provocatoria mi suggerisce di scrivere che Angelo Cirtoli è abbronzantissimo. A me non sembra così tanto. Ma comunque.

22:05 – La votazione è segreta, e riguarda indicazioni relative alla commissione che si occupa degli elenchi dei giudici popolari. Gli scrutatori sono Cirtoli, Vergani e Patrini.

22:06 – Votazione regolare: risultano eletti Fiorella Boschetti e Paolo Cremascoli.

22:07 – Calvi coglie l’occasione per aggiornare il consiglio delle condizioni del consigliere Corsini. Sta migliorando, lentamente. Melini: “Forza Guido.

22:08 – Gli scrutatori sono gli stessi di prima. Votazione regolare. Vengono nominati nella commissione per la concessione di benemerenze e cittadinanze onorarie, i consiglieri Ivan Losio e Guido Corsini.

22:10 – L’assessore Cirtoli illustra il punto 9. “È il rinnovo di una convenzione scaduta il 30 aprile scorso.” Si tratta di un accordo con una società che si occupa di alloggi e box popolari. C’è qualche aumento relativo ai compensi, causato però da un’indicizzazione legata ai parametri ISTAT.

22:12 – Melini fa una domanda: “L’assegnazione degli alloggi prevede un regolamento ad hoc?” Cirtoli: “Il comune ha la possibilità di assegnarli. C’è una graduatoria in essere. Recentemente abbiamo assegnato due alloggi. C’è un regolamento che prevede una serie di punteggi.

22:13 – La proposta è votata da tutti. Così come la sua immediata eseguibilità.

22:14 – Sul successivo punto, la segretaria esce perché è parte in causa. Si tratta di sostituirla, in poche parole. L’intenzione del gruppo Rivoltiamo è quella di assumere un altro segretario, “in assoluto accordo”. A Rivolta, verrà nominato il segretario Diego Carlino tramite una convenzione con altri due comuni. Carlino sarà presente 3 giorni a settimana, per un totale di 12 ore.

22:16 – Patrini ringrazia la dott.ssa Saragò per i precedenti 5 anni. Le fa i migliori auguri, e spera di conoscere presto chi dovrà sostituirla.

22:17 – Anche Melini si unisce agli auguri alla dott.ssa Saragò.

22:18 – La votazione vede tutti favorevoli, esclusa Patrini che si astiene.

22:18 – Siamo all’undicesimo punto. Programma integrato di intervento in via Galilei. Calvi chiede di ritirare questo punto, in attesa di chiarimenti legali necessari per la discussione del tema. Non c’è votazione: si fa così, diciamo.

22:20 – Punto 12. È una proposta che l’ASL ha presentato ai comuni più grossi del distretto. Calvi sostiene che sia una proposta interessante, un servizio migliorativo. Si tratta di avere a disposizione negli uffici comunali una postazione grazie a cui il paziente -o il neonato- possa scegliere e revocare il medico di famiglia senza recarsi a Crema. L’ASL si occuperebbe di procurare hardware e software.

22:24 – Melini: “Sicuramente è un servizio utile per i cittadini.

22:27 – È in corso un breve scambio di battute fra Melini e la segretaria.

22:28 – Calvi aggiunge che la postazione di cui si discute è attiva anche al rilascio immediato del PIN personale tramite cui l’utente può occuparsi del suo profilo sanitario.

22:29 – Patrini interviene per dire che è molto favorevole e che non condivide la preoccupazione di Calvi e Melini, secondo i quali questa proposta è sintomatica di una politica sanitaria eccessivamente decentrata alla periferia e gravante sull’utente dei servizi. Le sembra anzi una conferma dell'importanza demografica e sociale di Rivolta.

22:30 – Si vota, tutti favorevoli.

22:31 – Ancora due punti. Il penultimo è un'nterrogazione di Lista per Rivolta. È una critica all’amministrazione relativa alla sua mancata partecipazione a eventi legati al distretto visconteo. In particolare, si parla di un evento commerciale chiamato “Lo sbaracco”. “La necessità di quest’interrogazione, sebbene possa sembrare inutile, è che il comune di Rivolta è stato davvero attivo nel partnerariato. Non vorremmo che i nostri sforzi vengano perduti.” La tesi di Patrini è che l’amministrazione -in particolare l’assessore Nava- si sia impegnata in modo inadeguato per il successo dell’iniziativa.

22:35 – Risponde Elisabetta Nava: “Per quanto riguarda l’iniziativa dello sbaracco, ne siamo stati informati il 13 giugno. Abbiamo dimostrato interesse, e ho preso personalmente accordi per avere un riscontro della partecipazione dei commercianti.” La risposta di Nava è molto argomentata, elenca ogni singola data e circostanza in cui la giunta ha lavorato all’evento e contesta l’accusa di scarsa dedizione illustrando tutti gli impegni dell’amministrazione in merito al supporto dell’iniziativa. Anche lei fa un appunto sulle modalità di ricorso e sull’adeguatezza delle interrogazioni presentate, che naturalmente considera, in assoluto, molto legittime e valide.

22:40 – Calvi conferma: “Ci siamo mossi al massimo del nostro impegno e delle nostre disponibilità.

22:41 – Patrini suggerisce di verificare più approfonditamente le comunicazioni ufficiali in uscita. 

22:42 – Siamo all’ultimo punto all’odg, su cui però c’è un problema di tipo tecnico. È previsto come una mozione, ma nel testo non ci sono proposte e richieste di voto. È insomma più simile a un’interrogazione.

22:44 – Patrini riceve l’osservazione, e prova mediare. “Se la formulazione non è di vostro gradimento, possiamo proporre di stralciare i primi due punti. Se siamo d’accordo, possiamo eliminarli.” Patrini, autoironica: “La prossima volta la farò meglio.

22:46 – Melini interviene, e non rinuncia a una frecciatina al consiglier Carera rispetto all’intervento di un’ora fa in cui esprimeva preoccupazione per il numero di interpellanze e mozioni. Specchio riflesso.

22:47 – A quanto pare, il documento tratta di recenti disservizi all’ufficio postale di Rivolta.

22:48 – Calvi cerca di venire a capo della questione. “Evitiamo di sospendere.

22:49 – Carera: “Ma la domanda qual è?

22:50 – Patrini: “Evitare disagi futuri.

22:51 – Calvi risponde a Patrini, e racconta dei tentativi messi in atto insieme all'ingegnere responsabile per risolvere il problema. “Il problema era l’impianto elettrico totale dell’ufficio postale.

22:52 – Patrini è soddisfatta della risposta.

22:52 – Carera: “Alla luce della risposta esaustiva possiamo evitare di votare. Possiamo considerare il documento un’interpellanza.” Calvi si impegna a scrivere una lettera all’ufficio postale in cui certifica e ufficializza la discussione del consiglio.

22:54 – Paradossalmente, Melini è favorevole a consideare il documento una mozione, e Patrini è disponibile a modificarne la natura. Il consigliere di Rivolta delle idee  batte ancora il ferro sul tema delle mozioni, rivolgendosi all’intervento di Nava sull’appropriatezza delle mozioni. “Non le facciamo per farvi un dispetto.” Nava: “No, non parlavo di dispetto.

22:55 – Calvi propone di trasformare il documento. Tutti favorevoli, due astenuti. Stesso destino ha la mozione.

22:56 – Il terzo consiglio comunale finisce così. Il sindaco augura a tutti buone vacanze. E anche il cronista qui.