sabato 18 dicembre 2010

Cos'è successo ieri sera. Cronaca live dell'assemblea

19:32 – Chi scrive arriva ora.

19:51 – Pulisco la scala d’ingresso dalla neve. Un impegno concreto al servizio della comunità.

20:08 – E’ ormai arrivata buona parte del gruppo. Si discute di luci e proiettori.

20:37 – Prova-sa-sa-prova. Noi ci siamo.

20:52 – Arrivano i primi partecipanti. Li accogliamo con qualche canzone dei Beatles.

20:58 – Nonostante la nevicata di oggi, la sala si sta riempiendo.

21:08 – Cinque minuti e si comincia.

21:15 – Parte The man comes around di Johnny Cash, sottofondo della presentazione grafica.

21:15 – Ora si comincia, sul serio.

21:16 – Parte il primo applauso. Prende parola Flavio Incarbone, moderatore della serata. Fa una breve introduzione, e dà la parola a Fabio Calvi.

21:17 – “Rivoltiamo è un progetto, un’idea attorno alla quale si sono raccolte persone che hanno voglia di lavorare per il paese.”
Il candidato sindaco presenta le tre aree di lavoro su cui ha lavorato il gruppo: sociale, urbanistica e ambiente.
Il fatto di non avere un riferimento preciso nei partiti può favorire la nascita di un gruppo eterogeneo, ma che può trovare una sintesi tramite collaborazione e confronto reciproco.”
Questa riunione è il punto di partenza. Ci saranno tante occasioni in cui potremo incontrarci ancora. Soprattutto, occasioni per riuscire a coinvolgere sempre più persone nel nostro progetto.

21:24 – Finisce l’intervento. Dopo un ulteriore applauso, Incarbone delinea la scaletta della serata.

21:25 – Prende parola Elisabetta Nava, per l’area comunicazione. “Prima di tutto, vogliamo che il nostro gruppo sia inclusivo e non esclusivo. Riteniamo che l’eterogeneità rappresenti una grande ricchezza, e che possa essere la strada migliore per la soluzione dei problemi di Rivolta.”

21:27 – Presentato da Elisabetta, Paolo Cassani entra nello specifico, e illustra la creazione dei diversi canali di comunicazione. Costruzione del blog, pagina Facebook, canale Youtube. “Il concetto chiave è quello dell’interattività.”

21:30 – Mauro Bonazzoli parla di cultura. “Per Rivolta è arrivato il momento di giocare in maniera determinata questa carta.”
Rivolta ha potenzialità enormi da questo punto di vista.”
Valorizzazione e recupero del patrimonio storico e artistico. Abbiamo monumenti invidiabili.
E’ importante creare un canale fra cultura e scuola, insegnando ai ragazzi quali sono le loro radici.”

21:32 – Niccolò Litta Modignani parla delle tematiche discusse nell’area di lavoro sociale, che si sono concentrate su tutte le fasce d’età della cittadinanza. Gli spunti sono numerosi.

21:36 – Fabio Fumagalli parla di qualità dell’aria (che a Rivolta è molto scarsa) e pulizia delle strade, ed esprime la volontà di miglioramento della pulizia di marciapiedi, tombini e caditoie. A proposito del fiume Adda, affronta il decisivo tema della messa in sicurezza del paese.
Fabio si fa portavoce di un secondo riferimento alle istituzioni scolastiche, questa volta relativamente alla sensibilizzazione dell’ottima attività della protezione civile.

21:38 – Marco Viscanti parla di sicurezza e trasporti pubblici.
1)      Pensiamo alle reali forme di controllo e pattugliamento del territorio.” “Proposta di collaborazione fra polizia locale con forze dell’ordine dei paesi limitrofi.”
2)      Pensiamo che sia necessario un piano dei trasporti annuale, consono alle esigenze di studenti.” “Ogni amministrazione deve porsi l’obiettivo di istituire un servizio intenso di collegamenti e trasporti e la stazione ferroviaria di Treviglio.”

21:43 – Davide Bosi affronta temi fondamentali come urbanistica e lavori pubblici. Discute il tema della nuova area residenziale del paese, che si è trasformata in un piccolo paese dormitorio.
Creare nuove condizioni di trasparenza fra operatori privati dell’edilizia e pubblica amministrazione.”
Sappiamo benissimo che a Rivolta d’Adda verrà costruita una struttura polifunzionale. Il nostro intento è quello di ripensare un nuovo assetto per questo progetto, che ci sembra inefficace rispetto alle esigenze del paese.”
Davide prende inoltre in esame il progetto della nuova area commerciale sulla strada rivoltana.
Altro punto su cui si sofferma: sistemare gli incroci stradali eccessivamente pericolosi, per esempio quello in prossimità del Molino Seragni.
Trovare una soluzione per una sede comune di tutte le associazioni di Rivolta.”
Area feste: cercare di dare un piccolo contributo all’attuale area feste. Nel lungo periodo, è necessario individuare una locazione stabile e permanente in cui si possano organizzare feste all’aperto.

21:48 – Dopo una mezzora di digitate furibonde, il cronista alza la testa dalla tastiera e guarda il pubblico. C’è davvero un sacco di gente.

21:49 – Incarbone invita gli astanti a fare domande, o considerazioni.

21:50 – Dal pubblico ancora non fanno domande. Timidoni.

21:51 – Stefana Rusconi rompe il ghiaccio. Ha partecipato alle riunioni, ed è molto interessata al progetto, a proposito del quale esprime apprezzamenti e aspettative.

21:54 – Si alza una voce. “Un’alternativa all’Ariston. Cosa pensate di fare?” Risponde Fabio Calvi, che ribadisce la sua contrarietà rispetto alle decisioni della giunta. L’alternativa sarà molto difficile. Ci sono delle priorità, e quella della scuola materna è la principale. Tuttavia, dice: “La sala resta un nostro pallino. Non c’è dubbio.”

21:57 – Marta Mondonico prende parola. Non ha partecipato concretamente a questo lavoro di gruppo. “Ho già dato, diciamo.”
Le è piaciuto molto, stasera, l’impegno di gente nuova, di gente giovane, che grazie al cielo ha voglia di impegnarsi per il proprio paese. “Anche la politica può essere qualcosa d’altro, cioè l’impegno di gente comune che ha a cuore le sorti della sua comunità.

22:00 – Fabio Calvi sottolinea l’importanza dell’esperienza, patrimonio da mettere al servizio di chi ancora non ne ha.

22:01. Incredibile: prende parola un signore che è rivoltano da oggi, solo da oggi. Ha moglie e un figlio. Parte un applauso. Esce contento da quest’assemblea pubblica: dice di essere soddisfatto perché c’è parecchia gente. Invita il gruppo a considerare le categorie deboli del paese: “Una comunità forte è una comunità che si preoccupa dei più disagiati.”

22:03 – Calvi ringrazia molto, e invita il neorivoltano ad aggiungersi al nostro gruppo civico. “Lei è il benvenuto.

22:04 – Interviene Silvia Scotti: “Un pensierino per il nostro centro culturale.” Pensa che sia un progetto importante, e che sia necessario lavorarci ancora molto.

22:05 – Calvi conferma l’importanza del centro. “Ci sono tantissime possibilità di sviluppare la vita del centro. Deve diventare il centro di tutti e per tutto.”
Il recupero della cultura di cui parlava Mauro passa anche attraverso il recupero di luoghi concreti.”

22:06 – Bel momento di autoironia del candidato: “Speravo di non parlare politichese. L’ho appena fatto.”

22:07 – Prende parola Gianlugi Cei. Aveva partecipato alle prime riunioni del gruppo, poi ha deciso di abbandonare perché gli sembrava la solita lista camuffata dietro i partiti. Stasera, ha cambiato idea. Si dice convinto del fatto che siamo partiti bene. Sul tema dei trasporti, invita a una riflessione seria, profonda e partecipata.

22:09 – Calvi: “Stiamo veramente cercando di smarcarci dai partiti. L’unico modo di continuare è insistere. Quindi, andiamo avanti.”

22:10 – Antonio Milanesi raggiunge il palco, e chiede se è possibile impedire la costruzione del centro commerciale. Calvi risponde che non è un centro, ma un’area, perché il progetto prevede l’edificazione di uno spazio molto esteso. C’è l’intenzione di fermare questa proposta, ma la situazione è molto complessa e non sarà facile ottenere l’obiettivo.

22:12 – Milanesi pone anche il problema dei campi da calcio in cui si allenano e giocano i giovani. Secondo lui un campo sintetico può essere una soluzione adeguata.

22:14 – Il candidato sindaco dice la sua sul PGT. Sviluppo del territorio è un punto cardine, e non sarà facile interrompere i progetti ormai avviati. “Non possiamo più pensare di costruire e basta. Bisogna ragionare anche in termini di servizi.”

22:16 – Incarbone ringrazia i partecipanti. Applausi. Distribuiamo il primo numero del nostro giornalino. In allegato, biscottini a forma di cuore per tutti. 

22:17 - Ritorna The man comes around. Alla prossima.

1 commento:

  1. ecco cosa facevi ieri!

    io invece facevo questo... che pubblico domani.
    RIVOLTA D’ADDA - La presentazione di RIVOLTIamo, venerdì sera, è stata un successo.
    Il candidato alle elezioni, Fabio Calvi, non credeva ai suoi occhi: sala piena con parecchia gente in piedi, tutta assorbita a sentir parlare i ragazzi del Gruppo dei 41, che da qualche mese collaborano con le vecchie leve (tra cui Milo Carera, Angelo Pasqualini, Stefana Rusconi, Angelo Cirtoli) per realizzare il programma elettorale della lista. Al momento, però, RIVOLTIamo è solo un gruppo, aperto, e ciò su cui i gruppi tematici (comunicazione, socialità, ecologia e area tecnica) stanno dandosi da fare sono solo linee programmatiche, una sorta di strada da tracciare perché chi vuole aderire al gruppo ci si possa riconoscere e da lì collaborare.
    “Questa è la nostra idea attorno alla quale raccogliere persone”, ha spiegato il candidato sindaco Calvi, che ha chiarito come esso sia aperto anche a chi non vota a Centrosinistra, ma si rivolga a tutti coloro i quali non sono contenti di come ha lavorato l’amministrazione Grillotti in questi cinque anni, soprattutto agli elettori grillottiani delusi.
    ... (continua su la cronaca di domani)

    RispondiElimina